ARCHITETTURA, CASTELLI E FORTEZZE

Il Castelli Svevi di Federico II

I castelli federiciani in età medievale erano considerati “instrumenta regni”, controllavano gli spazi più importanti e regolavano lo sviluppo economico, fungevano come punto d’appoggio per le guarnigioni reali.


Ma la distinzione delle funzioni  degli edifici è una prerogativa abbastanza recente. Il singolo castello era progettato per racchiudere in sé, nella compattezza dell’insieme,  una molteplicità di funzioni. La fortezza poteva assolvere, allo stesso tempo, ad esigenze di natura politico-amministrativa, militare, agricolo-economica o soltanto paesaggistica.

Queste imponenti opere, oltre alla loro vocazione difensiva, conservavano una loro dignità residenziale denunciata da uno studio accurato nella creazione di arredi interni confortevoli e signorili. Soltanto i “solacia” o “solatia” mantenevano una loro identità specifica. Essi furono luogo di sosta o sede di attività ludiche e venivano disegnati e progettati anche in funzione dell’ambiente circostante (le riserve di caccia).



Federico II, durante l’amministrazione del proprio impero, era costretto ad affrontare viaggi sfiancanti e continui. L’edificazione dei palazzi imperiali rientra, quindi, anche in un piano che prevedeva un sistema di soste adeguato a fare fronte ai continui spostamenti. 

Nel 1239 vengono istituiti i “provisories castrorum”, funzionari incaricati del controllo dei castelli e della segnalazione di chi avesse l’obbligo della loro manutenzione, e i “prepositi edificorum”, funzionari addetti a presiedere alle costruzioni delle fortezze del Regno. Quelli che più spesso interloquirono con l’imperatore, attraverso una fitta corrispondenza, molto illuminante sulle vicende dell’architettura sveva, furono Riccardo da Lentini e Stefano Ronualdo.


SCOPRI IL FASCINO ED I SEGRETI DEI CASTELLI FEDERICIANI IN SICILIA

TORRE DI FEDERICO

CASTELLO DI MILAZZO

CASTELLO DI MANIACE


5 pensieri riguardo “Il Castelli Svevi di Federico II”

      1. Infatti ho riconosciuto la struttura ma pensando ad un articolo sulla Sicilia, credevo di essere fuori strada!

      2. In realtà in copertina abbiamo inserito Castel del Monte che per la struttura regolare è il più rappresentativo dei Castelli Federiciani, pur senza neanche citarlo!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.