MAGAZINE

  • L’architettura arabo-normanna in Sicilia

    23 novembre 2018 by

    Con la diffusione del dominio normanno, da parte degli Altavilla, in Sicilia, l’architettura normanna, già romanica, si contaminò d’influssi arabi e bizantini. La loro architettura, in questa parte d’Italia (Sicilia e Italia meridionale), è oggi detta architettura arabo-normanna.

    Vota:

  • festa di sant'agata catania

    Festa di Sant’Agata

    27 gennaio 2019 by

    I festeggiamenti ufficiali si svolgono nei giorni del 3, 4 e 5 febbraio, fino alla mattina del 6, quando la santa torna in cattedrale per uscire nuovamente dopo otto giorni per una breve processione.

    Vota:

  • Ragusa: la città dai due volti

    1 dicembre 2018 by

    Ragusa sta proprio nel cuore della “terra del carrubo, dell’ulivo e del miele” che mirabilmente racconta Gesualdo Bufalino, discoprendo con dolcezza, davanti ai nostri occhi, scenari silenziosi e tranquilli, la piattezza uniforme rotta dalle limpide geometrie di bassi muriccioli che disegnano labirinti inesistenti.

    Vota:

  • Il Castelli Svevi di Federico II

    23 novembre 2018 by

    I castelli in età medievale erano considerati “instrumenta regni”, controllavano gli spazi più importanti e regolavano lo sviluppo economico, fungevano come punto d’appoggio per le guarnigioni reali.

    Vota:

  • Taormina: la perla del Mar Jonio

    21 novembre 2018 by

    Taormina è da sempre la più famosa località turistica della Sicilia. Nella storia è stata scelta spesso come location romantica dai viaggiatori del Grand Tour settecentesco, per ambientazioni romanzesche, film e vacanze di lusso.

    Vota:

  • Catania: la città semprerifiorente

    19 novembre 2018 by

    Fondata nel 729 a.C. dai Calcidesi della vicina Naxos, la città vanta una storia millenaria caratterizzata da svariate dominazioni i cui resti ne arricchiscono il patrimonio artistico, architettonico e culturale.

    Vota:

  • Piazza Vincenzo Bellini - Catania

    MOSTRA FOTOGRAFICA | “Sicilia, l’isola mai vista” di Luigi Nifosì dal 7 dicembre al 6 gennaio – ex Convento del Carmine – Fondazione Grimaldi MODICA

    16 novembre 2018 by

    Dai profondi abissi blu delle sue isole, alle vertigini innevate delle montagne; dal rigore assiale delle geometrie urbane, all’abbraccio rotondo e matematicamente perfetto dei teatri di pietra; dalla scarnificazione estrema delle isole all’energia primordiale dei vulcani, fino al silenzio rarefatto e remoto di siti archeologici e preistorici.

    Vota:

View all posts

Segui il blog di Heritage Sicily

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 802 follower