Natura & Ambiente, Riserve Naturali

RISERVA NATURALE ORIENTATA "LAGO SFONDATO" – Caltanissetta (CL)

Nel novembre del 1907 è accaduto nello interno di Sicilia, tra Marianopoli e Santa Caterina di Villarmosa, un fatto meritevole di non essere trascurato. 


Nella località Mimiani (alla quale si perviene da Marianopoli in circa tre quarti d’ora cavalcando al passo), si sprofondò a un tratto una cospicua zona di terreno tra il fiume che scorre tra Mimiani e Trabona, in una pendice ubertosa, di proprietà del Barone Lo Monaco. Lo sprofondamento della parte alta fu di circa 30 metri; della bassa circa 20 metri. Si formò un laghetto che le di cui sponde hanno una larghezza di circa 100 metri. La parte fonda del lago ha un diametro di circa 30 metri, oltre il quale il fondo viene gradatamente in su a montare sino alle sponde che formano un cerchio di circa cento metri di diametro.”(Marchese A. De Gregorio, Formazione di un nuovo lago minuscolo a Mimiani, Il Naturalista Siciliano 1910).

La Riserva Naturale Orientata “Lago Sfondato” è stata istituita dall’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente nel settembre del 1997 per tutelare un ambiente di notevole interesse geologico e per studiare la morfologia e l’idrologia carsica del lago. Le motivazioni iniziali sono tuttavia riduttive rispetto alle valenze naturalistiche del territorio, che vanta una flora ed una fauna di particolare interesse conservazionistico. l’area protetta, infatti, è stata classificata come Sito di Importanza Comunitaria per la presenza di un’habitat inserito nella Direttiva europea 92/43: “lago eutrofico naturale con vegetazione del tipo Magnopotamion Hydrocharition“.

Il decreto istitutivo ha suddiviso il territorio della riserva, esteso complessivamente 13,62 ettari in due distinte aree a differente destinazione d’uso, in funzione delle caratteristiche ambientali e dei diversi obiettivi gestionali:

  • la zona A, con una superficie di 3,62 ettari, comprende la specchio d’acqua, l’intera conca di sprofondamento nonché alcuni tratti del corso del torrente Stretto;
  • la zona B di pre-riserva, con una superficie di circa 10 ettari, è caratterizzata prevalentemente da colture cerealicole e pascoli.

Il contesto bio-geografico

La riserva ricade nel territorio comunale di Caltanissetta, a pochi chilometri dal centro abitato di Marianopoli, in un area di grande interesse naturalistico comprendente il Monte Mimiani, le Rupi di Marianopoli, le Serre di Chibbò, la dolina di Monte Trabona, il corso del torrente Stretto e del Fiume Slito. Si tratta di un eterogeneo complesso collinare, con i caratteri paesaggistici tipici dell’entroterra siciliano.

Il lago si colloca precisamente ad una quota di circa 400 m.s.l.m., ad oriente di Monte Mimiani e alle falde di Cozzo Pertichino. In particolare Monte Mimiani si puiò considerare un trait-d’union floristico-vegetazionale con le Madonie meridionali.

Vi si trovano aree boschive a lecci e roverelle e un antico uliveto (impiantato nel XVI secolo) che in parte convive con il bosco e con una fitta macchia. Sono inoltre presenti più di 1/3 delle orchidee siciliane, alcune di notevole importanza biogeografica, come Ophrys mirabilis, Ophrys phryganae, Ophrys lacaitae, Ophrys obaesa.

Indagini recentemente condotte hanno evidenziato la presenza di ben 57 delle 100 specie di farfalle della fauna siciliana, alcune di grande interesse naturalistico, come Melanargia pherusa, Neozephyrus quercus, Satyrium ilicis, Gegenes nostrodamus, Inachis io e Danaus chrysippus.

LA FLORA

Ophrys sphegodes panormitana

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ef1d5-ophrys_panormitana-_sentiero_alpe_ramosa_-_bosco_ficuzza-_18_marzo_2007_252872529.jpg
L’Ofride palermitana (Ophrys sphegodes panormitana) è una pianta appartenente con certezza alla famiglia delle Orchidaceae, endemica della Sicilia, Sardegna e Corsica. La sua distribuzione è frequente nei prati, negli incolti e nelle garighe. Il periodo di fioritura va dai primi di febbraio a marzo.

Euforbia rigida

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 13b90-euforbia2brigida.jpg
L’Euphorbia rigida, è una pianta arbustiva i cui frutti hanno una consistenza carnosa e un portamento eretto. Nel passato il lattice irritante  contenuto nella pianta veniva usato per la pesca delle anguille . Il periodo di fioritura va da aprile a giugno.

Thymus capitatus

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è df8ae-thymus_capitatus.jpg
Il timo arbustivo (Thymbra capitata) è una pianta appartenente alla famiglia delle Lamiaceae e appartenente al genere thymbra. Pianta officinale, conosciuta sin dall’antichità, è in grado di sopportare condizioni di siccità prolungata (xerofita); alta da 10 a 60 cm. Il periodo di fioritura va da maggio ad agosto.

Anagyris foetida (Carrubbazzo)

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è fb716-anagyris_foetida.jpg
Anagyris foetida è una pianta della famiglia delle Fabacee (o Leguminose) chiamata volgarmente legno puzzo per il suo odore sgradevole. È l’unica specie nota del genere Anagyris. Questa pinata comunemente chiamata Carrubbazzo per la forma del legume simile a quello della pianta del carrubo. I rami spezzati emanano uno sgradevole odore. Il periodo di fioritura va da dicembre ad aprile.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.